← Torna alla categoria Gestione dei rifiuti e riciclaggio

Perché i progettisti dovrebbero pensare 'circolare' con plastica riciclata

Keith Freegard

Valori del marchio potenziati, minori costi di produzione e coerenza della qualità e dell'offerta sono tra i motivi principali per cui i progettisti di prodotti dovrebbero "pensare in modo circolare" e utilizzare materie plastiche riciclate in nuovi prodotti, suggerisce un importante riciclatore di materie plastiche.

"Ma accanto ai vantaggi ambientali dell'utilizzo di contenuto riciclato rispetto ai polimeri vergini a base di petrolio, i progettisti dovrebbero considerare la crescente preoccupazione dei consumatori per il modo in cui stiamo utilizzando le risorse limitate del nostro pianeta e incorporare un nuovo pensiero nei loro piani", sollecita Keith Freegard, direttore di Axion Polymers .

Evidenziando il recente annuncio del gigante della Coca-Cola che si sarebbe spostato verso un contenuto di PET riciclato dell'50% per le sue bottiglie di 2020, Keith afferma: “Negli ultimi anni, c'è stata un'enorme ondata di reazione dei consumatori alla plastica, in gran parte dovuta ai titoli delle notizie di rifiuti da spiaggia e mare. I marchi intelligenti si stanno rendendo conto della necessità di variare il proprio modello di business per offrire attributi più sostenibili dal punto di vista ambientale e compatibili con le aspettative dei propri clienti di "fare la propria parte" per l'ambiente.

"La mossa di Coca-Cola deve essere accolta favorevolmente, ma un fattore chiave per il cambiamento è la preoccupazione per i danni al marchio dovuti agli alti livelli di riconoscimento nei media. Attingendo ai crescenti desideri dei consumatori per la sostenibilità, i proprietari dei marchi possono rafforzare ulteriormente la fiducia nei loro prodotti e aumentare la fidelizzazione dei clienti ".

Keith parlerà alla sessione "Sostenibilità" di Interplas 2017 di settembre 28th, dove consiglierà i visitatori sull'importanza di utilizzare materiali sostenibili per la progettazione di prodotti in plastica, in che modo i progettisti possono mettere in pratica il pensiero "circolare" e cosa considerare quando realizzano materiale scelte.

Axion Polymers produce tre tipi di polimeri riciclati dai loro avanzati impianti di ritrattamento per i residui di trituratori automobilistici (ASR) derivati ​​da veicoli fuori uso (ELV) e RAEE. Questi sono Axpoly® PP (polipropilene), ABS (acrilonitrile-butadiene-stirene) e HIPS (polistirene ad alto impatto).

Secondo la sua ultima ricerca, i polimeri riciclati hanno un'impronta di carbonio significativamente inferiore rispetto alle materie plastiche vergini a base di olio, fino al 89% per l'ABS. L'analisi del Carbon Footprint di Axion 2017 Axpoly® rivela anche un risparmio di carbonio di 82.5% per il riciclo (HIPS) e 73% per il riciclo (PP). Ciò equivale a guidare un camion 40ft miglia 45,500 sul risparmio di un pieno carico di Axpoly® ABS come scelta sostitutiva vergine.

Keith aggiunge: “Esistono molte ragioni tecniche, commerciali e di marketing per i progettisti per specificare il contenuto riciclato al posto dei materiali vergini; se questo è per un aspirapolvere, una bottiglia per bevande o parti di un veicolo. Ma alla fine, comunicando che un prodotto contiene plastica riciclata, è possibile aumentare il divertimento nella fase di utilizzo per il cliente. Quale modo migliore di generare fidelizzazione dei clienti e raccogliere i benefici ambientali! ”

Axion Polymers è parte del Gruppo Axion che sviluppa e gestisce soluzioni di recupero di risorse innovative e di trasformazione per il riciclaggio di materiali di scarto. Il Gruppo lavora con una vasta gamma di clienti all'interno delle industrie di riciclaggio e di processo per lo sviluppo concreto di nuovi metodi di lavorazione e raccolta.

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Condividi via