← Torna a categoria Catene, ingranaggi e pulegge

La chiave per il mantenimento delle prestazioni di estrazione e estrazione

Le industrie estrattive e minerarie hanno alcune delle condizioni di lavoro più gravose per impianti e attrezzature, che rende la progettazione di un prodotto in grado di sopportare l'ambiente e fornire prestazioni affidabili un compito difficile. Con margini stretti e cicli produttivi continui, i tempi di fermo per lavori di manutenzione deve essere mantenuto al minimo. Derek Mack, Regno Unito Direttore Vendite per l'Europa Tsubaki, esamina le sfide e alcune possibili soluzioni.

Il processo di estrazione di materiali dalla terra richiede attrezzature pesanti, la cui portata è in costante aumento, nel tentativo di ridurre i costi operativi e aumentare l'efficienza e la produttività. Tuttavia, nel caso di un pezzo di questa apparecchiatura più grande che richiedono lavori di manutenzione non programmata, i costi di produzione perse aumentano rapidamente, rendendo l'affidabilità più importante che mai.

Le sfide difficili di progettazione di prodotti per operare efficacemente nel settore cave hanno, per fortuna, è rimasto relativamente costante; ma la tecnologia è in continua evoluzione. Uno dei principali problemi da affrontare è la natura abrasiva dei materiali e la polvere generata dall'applicazione, che può attaccare rapidamente parti come catene di trasmissione e ruote dentate in movimento.

Ad esempio, il sistema di azionamento utilizzato su molti elevatori a tazze comporta catene e ruote dentate per impieghi gravosi, che possono spesso avere una vita breve, causata dall'ingresso di polvere abrasiva tra i perni e le boccole della catena. L'aumento dei livelli di usura porta all'allungamento della catena e al danneggiamento dei denti del pignone, che dovranno essere sostituiti; incorrere in perdite di produzione e aumento dei costi di manutenzione.

Con una notevole esperienza nel settore cave, Tsubaki ha cercato di fornire soluzioni a queste sfide attraverso l'innovativa tecnologia dei materiali e design di prodotto. L'ultima catena FB-specifica utilizza un design unico O-ring tra le piastre di collegamento per proteggere dalle polveri utilizza un lubrificante solido che viene incollata alla superficie interna della boccola catena. Progettato per elevatori a tazze, questo disegno ha dimostrato di raddoppiare la durata della catena.

Allo stesso tempo, i pignoni elevatori a benna sono anche sottoposti a questo duro ambiente di lavoro e spesso hanno una vita breve che può portare a costi di sostituzione regolari e elevati. Per ridurre ulteriormente i requisiti di manutenzione, Tsubaki ora fornisce inserti per pignone sostituibili con specifiche di spruzzo termico, che sono fabbricati con un sistema di tempra di tempra e quindi trattati con spray termico per ridurre l'usura. Ogni singolo inserto può essere rimosso rapidamente e sostituito se necessario quando diventa usurato, risparmiando tempo e costi di materiale.

Per molti manager di manutenzione all'interno dell'industria estrattiva, mantenendo il controllo del bilancio e cercando di ridurre i costi di manutenzione può essere difficile. Quando i margini sono stretti, c'è sempre la tentazione di ridurre i costi a breve termine, ma questa decisione può avere conseguenze a lungo termine che alla fine si tradurrà in costi più elevati. La chiave è quello di concentrarsi sul Total Cost of Ownership (TCO).

Ne è un esempio uno dei maggiori produttori europei di asfalto per la costruzione di strade, che utilizzava la catena 16B standard su un sistema di trasmissione a nastro per ridurre i costi di acquisto. Tuttavia, la catena soffriva di un eccessivo allungamento e offriva una vita di servizio eccezionalmente breve prima che fosse necessaria una sostituzione. Ciò stava portando a tempi di inattività regolari, il che significava che il TCO rimaneva alto.

Tsubaki è stato avvicinato per fornire una soluzione che è venuto sotto forma della sua catena GT4 Vincitore, uno dei modelli più avanzati e capaci di superando significativamente altre catene premium sul mercato. Tuttavia, piuttosto che aspettarsi il cliente ad accettare queste affermazioni durata di vita è aumentato, Tsubaki offerto di eseguire un KG (Koos Geskus) prova in cui la catena Vincitore GT4 sarebbe confrontato direttamente con la catena standard e un'altra catena di alta qualità sotto lo stesso reale condizioni di vita.

Dopo le ore 1,750 in funzione, ogni catena è stata misurata per l'allungamento, con la catena premium del concorrente che soffriva di allungamento 3.3% mentre il prodotto Tsubaki era solo allungato di 1.9%, ottenendo un miglioramento di 42%. Rispetto alla catena standard precedentemente utilizzata dal cliente, il vincitore del GT4 aveva consegnato un allungamento di 45% in meno, il che ha fornito prove sufficienti al cliente che le affermazioni di Tsubaki effettivamente si sono levate in piedi nell'applicazione del mondo reale.

Mentre Tsubaki fornisce alcuni OEM con sistemi di catena e pignoni, molti selezionano una catena più economica per contribuire a migliorare i margini sul prodotto completo. Fortunatamente Tsubaki offre un servizio RetroFIT che consente ai clienti di procurarsi una catena di sostituzione dimensionale esatta, senza necessità di cambiare le ruote dentate o gli attacchi della catena.

Questo servizio consente ai clienti di beneficiare dell'esperienza progettuale e della tecnologia dei materiali migliorata offerta in ogni prodotto Tsubaki. Ciò include l'uso di acciai legati alla lega che sono sottoposti a trattamento termico a specifiche precise e assemblati con le presse pesanti necessarie per sopportare la punizione dell'attuale attrezzatura da miniera più potente e ad alta produzione.

Tsubaki ha sviluppato un trattamento di superficie per la sua catena e ruote dentate che fornisce resistenza alla corrosione e significativamente aumenta la durata dei componenti. Il sistema di placcatura meccanica rivoluzionaria forma un legame duraturo per l'acciaio ed è raccomandato per l'uso su tutte le apparecchiature che possono essere esposti a condizioni esterne, sostanze chimiche o acqua salata.

La chiave per raggiungere una riduzione dei costi di manutenzione è quello di migliorare le prestazioni e l'efficienza complessiva dell'operazione che significa guardare i costi a lungo termine e assicurando che il costo di produzione persi a causa di un guasto meccanico è incluso nel costo di proprietà. A lungo termine, la scelta di un pezzo di ricambio esclusivamente sulla base dei costi produce una falsa economia che in ultima analisi tradursi in costi elevati e minore efficienza.

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.