← Torna alla categoria Pompe

Steve Schofield, direttore e amministratore delegato di BPMA, analizza l'iniziativa per migliorare l'efficienza della pompa

BPMA NUOVO LOGO ottobre 2015

Il BPMA è sempre stato pioniere di iniziative progressive a vantaggio dell'industria e si è costantemente posto al centro della spinta per migliorare l'efficienza in tutta l'industria del Regno Unito, in particolare in quei settori sinonimo di pompe e sistemi di pompaggio. Nel lontano 2005, quando l'UE ha identificato per la prima volta quei settori che consumano grandi quantità di elettricità e successivamente ha organizzato studi come parte della Direttiva EUN 2005 / 32 / EC per determinare cosa si potrebbe fare per ridurre il consumo energetico, il BPMA era nel dell'attività.

Uno di questi studi denominato LOT 11 trattava determinati prodotti all'interno di sistemi motorizzati. Il risultato è stato la consegna di una nuova legislazione dell'UE che riguarda i ventilatori, i motori elettrici, i circolatori senza ghiandola e alcune pompe per l'acqua. La transizione dal vecchio schema EFF 1, 2 e 3 ai nuovi rating IE di 1-4 è quasi completa, con tutti i motori che vanno da 0.75kW a 375kW che richiedono una valutazione di IE3 (o IE2 con un VSD) a partire da 1st di gennaio 2017. Si ritiene che questo verrà esteso a 1000kW da 2020 nell'ambito del nuovo studio UE Lot 30. Ci sono naturalmente delle eccezioni, con la legislazione che si applica solo ai motori trifase; Sono esclusi tutti i motori sommersi e quelli incapsulati che non possono essere valutati per l'efficienza come unità autonoma. I motori monofase saranno introdotti nello studio LOT 30.

Per quanto riguarda i circolatori integrati senza caldaia e senza caldaia, i due principali cambiamenti tecnologici destinati a influenzare in modo sostanziale il risparmio energetico sono il passaggio dai motori a induzione standard ai motori a magneti permanenti e il passaggio dalla tecnologia a velocità standard a quella a velocità variabile - Direttiva prodotti e testo legale per i circolatori può essere trovato all'interno del regolamento della commissione 622 / 2012 di 11th July 2012.

Per quanto riguarda le pompe idrauliche, l'industria europea delle pompe ha approvato una normativa intesa a rimuovere dal mercato 40% di pompe d'acqua inefficienti (in conformità con un indice di efficienza media - MEI), le rispettive scadenze per gennaio 2013 e gennaio 2015 .

Altre due aree di studio (LOTS) riguardano anche le pompe e sono in corso. LOT 28 comprende pompe per acque reflue pubbliche e private (inclusi edifici, reti e impianti di trattamento) e per fluidi con alto contenuto di solidi. Il lotto 29 comprende pompe per piscine pubbliche e private, stagni, fontane e acquari, nonché pompe per acqua pulita più grandi di quelle regolate da LOT 11.

La BPMA, attraverso la sua Federazione europea, Europump, ha partecipato attivamente alla Commissione europea nello sviluppo di questi LOT e ha creato diversi gruppi di lavoro applicabili. Il lavoro di questi gruppi di lavoro Europump è stato, e continuerà ad essere, di vitale importanza per contribuire a influenzare le future misure legislative e tutelare gli interessi delle sue società associate.

Queste iniziative hanno costituito il fondamento di una politica di strategia di riduzione energetica chiaramente definita che include un approccio basato sui sistemi all'efficienza energetica delle pompe, insieme agli audit energetici associati che sono richiesti dall'articolo 8 della direttiva sull'efficienza energetica. In effetti, BPMA ha presieduto il Comitato ISO che ha pubblicato lo standard ISO14414, lo standard internazionale per condurre un audit del sistema di pompaggio. Inoltre, BPMA ha sviluppato e lanciato il suo sistema Certified Pump System Auditor (CPSA) - una nuova qualifica (basata su ISO14414) progettata per contribuire a migliorare i livelli di professionalità nel settore creando una qualifica industriale universalmente riconosciuta e rispettata per gli individui che valutano il prestazione di un sistema di pompaggio.

Come tale, il BPMA continua a svolgere un ruolo cruciale nel garantire che l'industria pompa Regno Unito resta un fattore chiave nel fornire una maggiore efficienza energetica per l'industria del Regno Unito.

Per contattare l'BPMA si prega di chiamare 0121 601 6350 e-mail: [Email protected]
Web: www.bpma.org.uk

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.