← Torna alla categoria Trattamento acque e acque reflue

Nuova tecnica per il controllo della qualità dell'acqua potabile

Specialista Biotech Partec rilascia strumenti analitici che utilizzano un nuovo metodo per determinare il conte batteriche nell'acqua potabile. Il metodo è rapido e affidabile ed è stato raccomandato da parte dell'Ufficio federale della sanità pubblica.

Una nuova tecnica per determinare i conteggi di microrganismi contribuisce a garantire la sicurezza dell'acqua potabile. L'utilizzo di strumenti analitici sviluppati appositamente dalla società biotech tedesca Partec, è ora possibile determinare rapidamente lo stato microbiologico di acqua potabile. La procedura può essere eseguita a società idriche, in reti di distribuzione e ai consumatori finali. Test mobile è anche possibile.

La tecnica, denominata "Determinazione del conteggio totale delle cellule e rapporto quantitativo tra le cellule con contenuto di acido nucleico basso ed elevato in acqua dolce mediante citometria a flusso", è rapida, affidabile ed economica. Permette di caratterizzare la contaminazione batterica nell'acqua potabile in meno di 15 minuti ed è stata aggiunta al Codice dell'alimentazione dell'Ufficio federale della sanità pubblica come tecnica raccomandata. Oltre ai controlli di routine convenzionali che richiedono molto tempo, le società idriche ei laboratori di analisi cantonali e statali hanno ora accesso a una tecnica innovativa che può essere utilizzata come parametro di allerta precoce o per il monitoraggio continuo. Un sistema pilota per il monitoraggio microbico online è già stato implementato presso un acquedotto gestito dalla città di Zurigo.

Collaborazione con l'Istituto federale di Aquatic Science and Technology (Eawag)

La forza trainante del nuovo sviluppo è il Dipartimento di microbiologia ambientale presso l'Istituto federale svizzero di scienza e tecnologia acquatica (Eawag), situato nella città di Dübendorf. Dopo diversi anni di collaborazione, i ricercatori di Eawag e Partec sono riusciti a utilizzare la citometria a flusso, una tecnica precedentemente utilizzata prevalentemente per l'analisi cellulare per applicazioni mediche, per determinare la qualità dell'acqua potabile.

La tecnica prevede la marcatura di singole cellule batteriche con un marcatore fluorescente e l'utilizzo del rilevamento della fluorescenza per contare e caratterizzarle in un raggio laser. Una caratteristica di spicco della tecnica è la sua capacità di contare un numero elevato di batteri in pochi secondi. Il nuovo metodo elimina completamente la necessità di una lunga coltivazione batterica nelle piastre di Petri. Analizzando i campioni in un'unità automatizzata (ad es. Il citometro a flusso CyFlow di Partec), è possibile elaborare più di 50 campioni di acqua separati all'ora.

Partec ha realizzato anche l'adeguamento tecnico dei suoi strumenti analitici per soddisfare le esigenze dei controlli di qualità dell'acqua potabile di telefonia mobile e online. Come parte di un progetto Eawag promosso dalla Commissione con sede a Berna per la tecnologia e l'innovazione CTI, la tecnica è stata convalidata da un'alleanza di 14 svizzeri e istituzioni tedesche, comprese le aziende di acqua, laboratori di analisi pubblici e privati ​​e istituti di ricerca. La tecnica è stata recentemente ottenuto lo status di una procedura operativa standard in Svizzera alimentare Codex.

Sviluppo del tasto citometria di flusso della tecnologia presso l'Università di Münster

Le basi per la tecnica di citometria a flusso utilizzata sono state poste presso l'Università di Münster. Questa tecnologia chiave di volta, che ora è utilizzato per l'analisi di cellule in tutto il mondo, è stato sviluppato e brevettato dal professor Wolfgang Gohde in 1968 e il primo commercializzato da Partec in 1969.

Jane Legno
Partec UK Ltd,
Suite 44 - Canterbury Innovation Centre,
University Road, Canterbury, Kent CT2 7FG
Regno Unito

Tel: + 44 (0) 1227 811711
Mob: + 44 (0) 7894 536092
Fax: + 44 (0) 1227 811712

E-mail: [Email protected]
E-mail: [Email protected]
Web: www.partec.com

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.