← Torna alla categoria Calibrazione

Sapere quando per effettuare una calibrazione, Calibration Check, una pulizia, O TUTTI

La frase del titolo di cui sopra è in realtà errato nella sua sequenza di testo. Tutte le letture di pH dovrebbero essere prese e accettata solo quando il sensore pH è pulito. Dopo tutto, un sensore di pH contaminato può produrre una lettura errata. Così uno deve assicurarsi che il sensore sia pulito prima di fare una calibrazione. Una volta che un sensore pH è installata nel processo e di funzionamento, come si fa a stabilire quando

è il momento di prendere il sensore dal processo e fare una pulizia, o una calibrazione? Si fa eseguire sia una pulizia e una calibrazione o solo una pulizia, o semplicemente una calibrazione, o si fa semplicemente eseguire un controllo della calibrazione in tamponi o ...?

Questo è qualcosa che può essere molto confusa, soprattutto quando le pratiche e le procedure operative documentate dal Controllo Qualità o Pratiche ambientali reparto della vostra azienda potrebbero non essere sufficientemente specifico quando descrivono la procedura o la tempistica su quando effettuare la calibrazione del pH e la manutenzione. Al contrario, le procedure possono essere troppo specifico, specificando molte altre procedure e le operazioni di quelli effettivamente necessari.

In termini pratici, gli utenti devono sviluppare il proprio programma di manutenzione e taratura. Questo programma viene realizzato prendendo il sensore di pH dal processo dopo un certo lasso di tempo, magari dopo un giorno o due per eseguire un controllo visivo del sensore. Se dopo l'ispezione a trovare nessun residui o incrostazioni sulle superfici degli elettrodi e di riferimento ad occhio nudo, sciacquare il sensore off in acqua distillata ed eseguire un controllo del buffer.

Per eseguire un controllo del buffer, posizionare il sensore nel buffer di calibrazione utilizzati solitamente e notare le letture. Se le letture sono nei limiti di tolleranza definiti dalle vostre procedure operative, non è necessario eseguire una calibrazione. Ad esempio, usiamo ± 0.2 pH come le vostre tolleranze di pass / fail di un sensore di pH lettura in un buffer di calibrazione. Se il sensore legge all'interno di questo valore, in offset (7 pH) e tamponi di calibrazione, (4 pH), il sensore non ha bisogno di ulteriori azioni e può essere reinstallato nel processo. Una calibrazione non è necessaria. Ripetere questo esercizio ogni pochi giorni fino a vedere un cambiamento in entrambi il livello di detriti / foulant sulle superfici degli elettrodi e di riferimento, o più del pH ± deviazione 0.2 come illustrato nell'esempio precedente.

In una certa misura, la procedura sopra il punto di riferimento per il tempo che intercorre tra la pulizia e la taratura. Ora, si ha la necessità di determinare se il sensore deve solo una ritaratura pulizia o una pulizia e. Questo è fatto facilmente facendo prima che il sensore sia pulito. (Fare riferimento alla sezione sulla pulizia dei sensori di pH). Può essere facile come risciacquo il sensore in acqua o complicato come con acido o soluzioni caustiche per rimuovere il particolare contaminare accumulo che si è verificato.

Figura 1. A causa di criteri costruttivi, misure di pH sono talvolta realizzati in aree dell'impianto processo in cui l'accessibilità al sensore pH è meno che ideale.

Figura 1. A causa di criteri costruttivi, misure di pH sono talvolta realizzati in aree dell'impianto processo in cui l'accessibilità al sensore pH è meno che ideale.

pH TARATURA - TARATURA CHECK - PULIZIA

Se i passaggi sopra indicati non produrre i risultati che sono nel vostro pass / fail criteri, è giunto il momento per una pulizia del sensore.

Chi Pulizia dei sensori di pH:

Per il sensore di pH per mantenere una lettura accurata del pH processo, il sensore di pH deve rimanere pulita. In particolare, l'elettrodo di misura in vetro non si possano coprire e il gruppo elettrodo di riferimento non deve similmente ricoprirsi, collegato o comunque contaminato dalla soluzione di processo.

Se il sensore di pH ha una leggera spalmatura o ridimensionamento, questo potrebbe essere rimossa con un getto d'acqua da un rubinetto o bottiglia spray.

Rivestimenti più radicate possono richiedere l'uso di un pennello acido delicato o spazzolino da denti per rimuovere con attenzione il rivestimento.

A seconda della natura della scala o rivestimento, può risultare necessario immergere il sensore in una soluzione di acqua calda contenente Alba ® detersivo per piatti e poi strofinare leggermente l'elettrodo per alcuni secondi o giù di lì per facilitare la pulizia.

Per un rivestimento più aggressivo del sensore e quello in cui la pulizia detersivo non basta, potrebbe essere necessario immergere il pennello in una soluzione di acido HCI 2% e poi spazzolare delicatamente l'elettrodo per alcuni secondi o giù di lì per facilitare la pulizia. In alternativa, si può avere per permettere al sensore (elettrodi) in ammollo in una soluzione simile per alcuni minuti lavorare molto di attaccare il contaminante.

Subito dopo la pulizia, sciacquare il sensore in acqua e consentire al sensore di pH in ammollo in acqua di rubinetto o una soluzione tampone a pH 7 per alcuni minuti per consentire al sensore di pH si stabilizzi.

Contaminant

Soluzione detergente

Alcalina o Scala

Acido cloridrico o aceto 5%

Rivestimenti acide

Debole caustico (NaOH meno 4%)

Olio, grasso, biologico

Detergente o se il rivestimento è tenace, un solvente organico compatibile con il materiale del sensore.


Pulizia generale Procedimento:

1. Mantenere il sensore il più pulito possibile.

2. Rimuovere la maggior parte del contaminante asciugando con cura / asciugando i detriti. Fare attenzione a non strofinare troppo energicamente poiché ciò potrebbe causare cariche elettrostatiche.

3. Risciacquare il sensore con acqua corrente tiepida o acqua distillata.

4. Preparare una soluzione detergente contenente una miscela di acqua e sapone. Usare detersivo per stoviglie e acqua tiepida. Utilizzare solo saponi che non contengano abrasivi o lanolina.

5. Immergere il sensore in questa soluzione per un massimo di cinque minuti e quindi delicatamente o durante l'immersione, utilizzare una spazzola a setole morbide per strofinare delicatamente la lampadina e l'area di riferimento del sensore.

6. Risciacquare il sensore di pH in acqua di rubinetto calda e controllare / standardizzare il sensore in soluzioni tampone.

Se le letture di buffer sono ancora fuori tolleranza:

7. Immergere il sensore in 5% in soluzione di acido HCI 10% per alcuni - meno di cinque minuti.

ATTENZIONE!

Non utilizzare questa procedura se il sensore è stato utilizzato in una soluzione contenente cianuro in quanto ciò può produrre gas cianuro velenoso.

8. Risciacquare il sensore con acqua calda e poi mettere il sensore in una soluzione di sapone neutro per un minuto o due per neutralizzare l'acido rimanente e lasciare che il sensore raggiunga l'equilibrio.

9. Risciacquare con acqua corrente calda e controllare / standardizzare il sensore in soluzioni tampone.

Se le procedure sopra produrre risultati che sono all'interno delle tolleranze operative, il sensore di pH è nuovamente utilizzabile. Tuttavia, se i risultati di cui sopra non portano le letture del sensore di pH entro la tolleranza, è necessario sostituire il sensore

ALBERO DECISIONALE

L'albero di decisione è una interpretazione grafica rapido delle procedure descritte nel testo precedente.

Endress + Hauser, inc
Foresta
Indiana
USA

Può essere contattato a:

Tel: 001 317 535 7138
E-mail: [Email protected]
Web: www.us.endress.com

Endress + Hauser Ltd

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.