← Torna alla categoria Riscaldamento, Raffrescamento e Essicazione

Gli edifici commerciali dovrebbero utilizzare recipienti per l'acqua calda?

vasi tampone

Il dibattito sul fatto se gli edifici commerciali hanno bisogno di un serbatoio di accumulo o meno continua a dividere l'industria del riscaldamento, con un lato mettere su una difesa solida e l'altra fermamente convinto che essi dovrebbero essere consegnati alla storia. Paul Hardman, Regional Business Development Manager presso Spirax Sarco, sostiene che l'uso di navi di buffer non è una scelta binaria.

Per un pezzo di materiale che è, essenzialmente, un grande serbatoio di accumulo di acqua, gli argomenti a favore e contro l'uso di navi tampone negli edifici commerciali continuano ad essere oggetto di accesi dibattiti.

Il calo l'uso di vasi tampone negli ultimi anni, proprio come il calo dei serbatoi di acqua calda sanitaria, come il pubblico britannico ha scelto di utilizzare lo spazio per una cabina doccia, ha portato molti a credere che essi possano essere consegnate alla storia .

Mentre sono d'accordo che ci sono sempre meno le applicazioni che richiedono un vaso tampone, io non sono così pronti a dare loro l'estrema unzione.

Il contesto è tutto, ed è importante per capire il tipo di applicazioni in cui sono stati tradizionalmente usati vasi tampone, ei loro limiti.

A partire da una condizione fredda, con un basso apporto di calore, l'acqua in un serbatoio tampone può essere riscaldata in circa un'ora, il che ha il vantaggio di non richiedere molto in termini di potenza della caldaia o del vapore.

Tuttavia, inevitabilmente, ci stanno per essere le applicazioni che necessitano di acqua calda molto più veloce di quello, ma per fare questo, è necessario un maggior apporto di calore.

Anni fa, questo ha portato allo sviluppo della combinazione di carico-livellatore del recipiente di stoccaggio con una potenza termica superiore che è in grado di ricaricare la nave in 15 minuti, ma è anche in grado di fornire acqua istantanea. Maggiore è la potenza termica erogata da una potenza della caldaia superiore, a sua volta eroga più vapore.

Il dimensionamento del sistema di questo potenziale fabbisogno di acqua calda istantanea può essere problematico. In un ospedale, per esempio, l'apporto di calore potrebbe variare da 30-40kW fino a 400-500 kW. Spesso la richiesta di acqua calda potrebbe essere percepito come molto alto ma, in pratica, la domanda reale è molto, molto inferiore.

Questo differenziale si verifica perché la guida disponibile è, direi, non abbastanza specifica per le strutture sanitarie. Ad esempio, BS EN 806: Specifiche per le installazioni all'interno di edifici che trasportano acqua per il consumo umano, viene spesso utilizzato dai progettisti per calcolare la domanda di acqua negli edifici in base all'approccio delle unità di carico. Tuttavia, per strutture sanitarie e simili presenta cifre molto alte e la realtà è spesso diversa.

For example, a 28 bed standard ward in a hospital built over 20 year ago would traditionally have two bathrooms available and maybe eight or so wash hand basins, but many modern hospital wards of a similar size now have upward of 20 en-suite facilities and numerous wash hand basins. Yet the amount of hot water used on these modern wards has generally stayed the same but, because guidance is based on an outlet point’s count, a calculation for today’s ward gives a much higher anticipated demand.

vessles tampone

The difficulty of determining hot water demand in a modern commercial building, such as a hospital, is one of the biggest headaches for consultants. The traditional buffer vessel is no answer to this problem, as they are unable to deliver the right amount of instantaneous hot water, but equally they may lead at times to a large volume of stored water with limited turnover. Also, stored water vessels require much more maintenance in line with 1. “L8: Legionnaires disease – The control of legionella bacteria in water systems” (as well as the associated HSG274 part 2.) and 2. “Hospital Technical Memorandum (HTM) 04-01: safe water in healthcare premises”.

Ci sono tuttavia altri aspetti negativi di buffer vasi. In primo luogo, essi occupano molto spazio, che, in un edificio commerciale, è costoso immobiliare che potrebbero essere utilizzati in altri modi, piuttosto che come area per un grande serbatoio di acqua. In secondo luogo, sono molto pesanti, che aggiunge costi durante la costruzione e possono anche essere difficile da mantenere, con un requisito per recipienti separati per garantire la disponibilità continua di acqua calda durante qualsiasi procedura di manutenzione. La manutenzione è importante, perché la guida in questione, come specificato in precedenza, dice che le navi del buffer devono essere puliti regolarmente.

Tuttavia, il più grande fattore di rischio è senza dubbio la possibilità di legionella, che credo è probabilmente la ragione principale per cui i vasi tampone sono caduti sempre più in disgrazia.

navi Buffer hanno un rischio legionella percepito, in particolare quelli con un design orizzontale che rischiano di lasciare un'area acqua stagnante sul fondo del serbatoio, un concetto evidenziato in L8. Per il serbatoio di accumulo per essere sicuri, tutti i componenti idraulici del sistema devono essere corrette, al fine di garantire che l'acqua è mantenuta alla temperatura corretta in tutto il sistema come descritto in entrambi L8 e HTM 04-01.

Così, sono vasi tampone una cattiva idea e dovrebbero nessuno li usa? A mio parere i vasi tampone hanno un ruolo da svolgere in applicazioni specifiche, ad esempio in un ambiente di elaborazione fabbrica o cibo che richiede un regolare lavaggio di fine giornata verso il basso degli impianti. Qui la richiesta di acqua calda è facilmente calcolato e il riscaldamento lento dell'acqua rilevarne una stima periodo di due ore può essere facilmente ed efficacemente alloggiati.

Il mio consiglio è quello di adottare un approccio pragmatico e fare a meno di un serbatoio di accumulo, se possibile, ma ci sono tenuti ad essere alcune applicazioni in cui sia richiesto un elevato volume di acqua calda in maniera regolare. In questa situazione, un serbatoio di accumulo può svolgere un ruolo molto prezioso, offrendo un modo efficiente di immagazzinare l'acqua calda che è stata lentamente ed efficiente generato.

Per ulteriori informazioni sugli ultimi prodotti e servizi di Spirax Sarco, visitare www.spiraxsarco.com / it.

Spirax Sarco

Spirax Sarco è un fornitore leader di soluzioni di vapore e di energia termica con sede nel Regno Unito

Firma: iscrizione Gold

Notizie correlate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.