← Torna alla categoria Riscaldamento, Raffrescamento e Essicazione

Nuovo scambiatore a letto misto per acqua demineralizzante

La società di prodotti chimici speciali LANXESS ha sviluppato la resina a scambio ionico a letto misto Lewatit NM 3367 per demineralizzare l'acqua utilizzata per caricare e integrare i moderni sistemi di riscaldamento ad acqua calda.

"Il sistema a letto misto progettato su misura non solo impedisce la formazione di incrostazioni nelle parti di un sistema di riscaldamento che trasportano l'acqua, ma fornisce anche una protezione duratura contro la corrosione,"

spiega Hans-Jürgen Wedemeyer, Manager Technical Marketing presso LANXESS Deutschland.

"Questo non può essere ottenuto semplicemente ammorbidendo l'acqua" aggiunge.

Dettagli dell'innovazione

Lewatit NM 3367 si differenzia da altri sistemi a letto misto sul mercato per diversi aspetti. Il rapporto di miscelazione specifico tiene conto del fatto che le resine a scambio anionico hanno generalmente una capacità inferiore rispetto agli equivalenti di cationi. Se ciò non fosse consentito, ulteriori anioni potrebbero reagire con gli ioni di idrogeno rilasciati dalla resina scambiatrice di cationi ancora attiva dopo il caricamento totale dello scambiatore anionico. L'acido carbonico sarebbe quindi generato da anioni di carbonato di idrogeno e acidi minerali ancora più aggressivi da cloruro, nitrato o solfato.

"La maggiore percentuale di resina scambiatrice di anioni garantisce una lunga durata e quindi una demineralizzazione altamente efficiente con il nuovo letto misto"

spiega Wedemeyer.

Il sistema deve anche questa elevata efficienza ad un processo speciale per ricaricare la resina scambiatrice di anioni utilizzata, che si traduce in un carico di ioni idrossido di oltre il 90 percento.

"Poiché questo elevato carico non può essere riprodotto durante la rigenerazione convenzionale a letto misto, sconsigliamo l'uso della rigenerazione,"

continua Wedemeyer.

Per garantire che questo carico elevato di OH venga mantenuto per un lungo periodo durante il trasporto e lo stoccaggio, la resina di scambio anionico deve essere protetta contro il biossido di carbonio, altrimenti si formerebbe l'idrogeno carbonato legato. Verso la fine del ciclo di scambio, questo sarebbe quindi spostato dagli anioni con un'affinità di legame più alta, che a sua volta consentirebbe la formazione di acido.

"Usiamo imballaggi speciali di film con rivestimento di alluminio a tenuta di gas per prevenire qualsiasi successiva formazione di carbonato di idrogeno legato. Offriamo anche il sistema a letto misto in un pratico formato di 12.5 litri relativamente piccolo, "

dice Wedemeyer. Una volta aperti i contenitori, il contenuto può quindi essere trasferito rapidamente in unità a tenuta di gas più piccole, come le cartucce, o utilizzato interamente per riempire un contenitore standard per lo scambiatore.

Efficace demineralizzazione

Il principale vantaggio della demineralizzazione per il trattamento dell'acqua nel circuito di riscaldamento è che rimuove non solo i cationi alcalino-indurenti, ma anche i loro controioni, producendo così acqua salata con una conduttività residua molto bassa. "Anche in presenza di ossigeno, normalmente non c'è corrosione significativa con conducibilità nella gamma 1 μS / cm,"Rivela Wedemeyer.

Con tali basse conduttività, tuttavia, le misurazioni del pH non sono più significative perché la maggior parte dei pHmetri richiede che il mezzo abbia una conduttività minima che in questo caso non sarebbe più possibile ottenere. Inoltre, anche le più piccole quantità di anidride carbonica o ioni, ad esempio dai lati della vetreria, interferirebbero significativamente con qualsiasi misura in sistemi aperti.

"La conduttività è chiaramente il criterio di valutazione fondamentale in questo intervallo"

dice Wedemeyer.

Se la conduttività aumenta fino a un tipico punto di spegnimento di 100 μS / cm verso la fine di un ciclo di scambio, tuttavia, gli standard pertinenti come VDI 2035 stabiliscono che deve essere rispettata una finestra di pH da 8.2 a 9.5 per evitare la corrosione.

"I nostri test hanno rivelato che questo è assicurato quando si utilizza Lewatit NM 3367,"

conferma Wedemeyer. Se le parti del circuito di riscaldamento che trasportano l'acqua sono in alluminio, questa finestra di pH è ancora più piccola, passando da 8.2 a solo 8.5. In tali casi, il punto di spegnimento dovrebbe essere portato ad una conduttività intorno a 5 μS / cm in modo da rimanere entro la tolleranza del pH indicata.

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Condividi via
Copia link