← Torna alla categoria Macchine e sistemi di sicurezza elettrici

Allarme ottico di sicurezza per condizioni ambientali critiche

rembe_fig_3

Senza contatto, senza corrente, sicuro

Le aziende e gli operatori delle strutture si trovano di fronte a sfide importanti in termini di sicurezza dei processi. Requisiti legali, condizioni e autorizzazioni, specifiche interne e potenziali rischi per i dipendenti e l'ambiente costringono sempre più la mano degli operatori. I serbatoi a pressione e i sistemi di pressione devono essere protetti in particolare contro i carichi non autorizzati. A tale riguardo, i dischi di rottura sono considerati un concetto di protezione affidabile e esente da manutenzione per tutti i settori operativi. Oltre a questi sistemi di protezione, l'allarme sicuro sta acquisendo sempre maggiore importanza nella tecnologia di processo. La maggior parte delle nuove installazioni è dotata di sensori aggiuntivi per trasmettere un segnale di arresto di emergenza al sistema di sicurezza dell'intera struttura, se necessario. Ciò evita qualsiasi danno consequenziale estremamente elevato e tempi di spegnimento prolungati. Tale danno può facilmente aggiungere fino a sei o sette cifre.

Per oltre 40 anni, REMBE® GMBH SAFETY + CONTROL ha contribuito molto efficacemente a evitare queste enormi affermazioni e minimizzare i costi successivi utilizzando, tra le altre cose, i sistemi meccanici di rilascio della pressione e il relativo sensore di scoppio. In molti casi, i dischi di rottura vengono utilizzati con sistemi di rilevamento integrati o adattati che presentano un classico contatto di interruzione elettrica. Se si verifica un'emergenza all'interno della struttura, il disco di rottura viene attivato e fa scattare il cavo del sensore. Il flusso di corrente viene interrotto dalla distruzione del filo e segnala l'evento al sistema di controllo del processo. Questo tipo di monitoraggio è affidabile ed è stato stabilito per decenni. In tal modo, l'attuale trasmettitore di segnale (cavo) viene distrutto. Il cavo deve essere sostituito dopo ogni risposta, come il disco di rottura stesso. Ciò causa costi aggiuntivi ma evitabili.

L'installazione di un tale classico sensore di scoppio avviene a diretto contatto con il disco di rottura. Nei processi critici con una bassa pressione di risposta, la resistenza allo scoppio applicata in aggiunta (sensore di scoppio) può influire negativamente sulle proprietà del sistema e ridurre significativamente la sicurezza del processo. In confronto a questo, c'è tutta una serie di procedure contactless, come sensori di prossimità magnetici, induttivi e capacitivi che non hanno alcuna influenza sul comportamento di scoppio. Questo vantaggio si ottiene con una maggiore sensibilità verso i segnali di disturbo elettrico e magnetico, le convulsioni naturali o le vibrazioni. Questo può portare a falsi allarmi, limitando così il loro uso in molte aree.

Progettato per ambienti critici

Per i sistemi con i requisiti di perdita massima e le larghezze nominali più ridotte, il mercato non offre alcuna soluzione che causi incertezza nel processo di produzione. Per colmare questa lacuna, REMBE® FIBER FORCE GMBH in collaborazione con la società affiliata REMBE® GMBH SAFETY + CONTROL ha sviluppato un nuovo allarme ottico di sicurezza, lo SLR90. Questo design senza contatto e senza corrente è ideale per condizioni ambientali difficili e critiche, per soddisfare i requisiti di ingegneria chimica, struttura atomica, costruzioni speciali e costruzione di impianti.

Un segnale ottico a banda stretta, appositamente modulata, viene inviato al disco di rottura per riconoscere i più piccoli cambiamenti causati da corrosione, perdite o scoppi. Questa determinata informazione di stato viene trasmessa in uno stato isolato a un'unità di conversione optoelettronica facile da usare, convertita in un segnale utile industriale convenzionale, come 1-5V, 4-20mA o per diversi sistemi bus (incluso PROFIBUS, EtherNet / IP , EtherCat, DeviceNet) e inoltrati al sistema di sicurezza in tempo reale. Oltre alle informazioni sullo stato continuo, la funzione di allarme di sicurezza ottica SLR90 fornisce un segnale di comando come contatto di allarme nel caso di risposta del disco di rottura, con il quale può essere attivato l'arresto di emergenza del sistema. Il segnale electroless è insensibile ai giunti parassiti elettromagnetici ed è predestinato per zone fortemente corrosive ed esplosive.

Facile regolabile

Durante l'installazione in loco, non sono richieste conoscenze specialistiche o conoscenze pregresse sull'unità ottica. Il sensore di scoppio può essere installato e impostato da qualsiasi installatore esperto. L'unità di conversione optoelettronica può essere facilmente integrata in qualsiasi armadio elettrico utilizzando il montaggio su guida DIN e può essere incorporata direttamente nel sistema di controllo di processo come componente Plug & Play. SLR90 è integrato sul lato opposto al processo ed è in grado di segnalare le pressioni di risposta più basse con la sicurezza del processo. Allo stesso modo, le temperature di lavoro sul trasmettitore di segnale fino a 350 ° C sono possibili in un design speciale. Di conseguenza, è possibile monitorare anche i processi ad alta temperatura, per i quali attualmente il mercato non ha o non ha praticamente nessuna soluzione.

Il semplice design modulare di SLR90 consente di reagire rapidamente e individualmente alle esigenze specifiche del cliente e di regolare il sensore di scoppio in condizioni estreme. Ad esempio, SLR90 può essere integrato in modo retrospettivo nel sistema di tubazioni nel campo della tecnologia dei supporti ultra puri, a valle dell'unità di avvitamento del disco di rottura. Lo spazio necessario per il sensore di scoppio è inferiore a 40mm quando si utilizza un'unità di avvitamento aggiuntiva. In quasi tutte le situazioni di installazione, è possibile l'installazione a posteriori nel supporto del disco di scoppio o nell'unità a vite.

In contrasto con un classico contatto di interruzione, SLR90 non ha bisogno di essere sostituito quando è scoppiato. Questo fatto consente una lunga durata, riduce la manutenzione aggiuntiva e i tempi di spegnimento e, con esso, i costi. Inoltre, SLR90 può essere collegato come sensore di burst separato e autarchico in un sistema esistente per ottenere un livello di integrità della sicurezza (SIL) più elevato, come ad esempio lo standard internazionale richiesto IEC61508 / IEC61511. L'obiettivo è monitorare tutti i componenti di un sistema con sicurezza del processo.

In particolare, i dischi di rottura di piccole larghezze nominali (da ¼ "a 1") con una percentuale di perdita minima, compresi i dischi di scoppio inverso, non potevano essere incorporati nella tecnologia di controllo di processo a causa della mancanza di una soluzione. SLR90 consente per la prima volta la segnalazione di tali dischi di rottura. La sicurezza dei sistemi aumenta, riducendo contemporaneamente il potenziale rischio per i dipendenti.

Autore

Ing. Thomas Münstermann
Responsabile del dipartimento Sicurezza dei processi / Product Manager
Rembe ® GMBH SAFETY + CONTROL

T: + 49 (0) 29 61 / 74 05 - 0
F: + 49 (0) 29 61 / 50 714
[Email protected]
www.rembe.de

Rembe LTD

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.