← Torna alla categoria Salute e sicurezza

Punti chiave per il successo UV

Produzione di bevande 1 - atg UV Technology

La disinfezione dell'acqua e dei concentrati aromatici è fondamentale per garantire che i prodotti abbiano una lunga durata. I biocidi ossidanti tradizionali possono produrre sottoprodotti compresi trialometani (THM), acidi aloacetici (HAA), nitrosodimetilammina (NDMA) e bromati. L'irradiazione ultravioletta (UV) è diventata la tecnologia preferita del settore alimentare e delle bevande. A differenza dei disinfettanti chimici, il trattamento UV non introduce agenti o sottoprodotti residui né modifica le proprietà chimiche o organolettiche.


Per garantire prestazioni costanti, il tuo sistema UV deve essere progettato correttamente in modo da fornire al tuo fornitore di raggi UV cinque elementi chiave di informazione. Prima la portata: il massimo, la media e la minima e il modello di utilizzo. Il secondo è se il flusso è continuo o intermittente. In terzo luogo, le caratteristiche del liquido - l'UV è efficace non solo per l'acqua ma è anche usato per trattare lo sciroppo di zucchero. Quarto, il tipo di microrganismi da distruggere in modo che la dose UV possa essere determinata. Finalmente la camera di reazione. Dovrebbe essere convalidato da terzi per un protocollo di test riconosciuto, come quello descritto nel Manuale di guida alla disinfezione ultravioletta statunitense EPA 2006.

È possibile trovare ulteriori indicazioni qui

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.