← Torna alla categoria Salute e sicurezza

Nuove tendine IP69K per ambienti igienici

SICK ha introdotto le versioni con certificazione IP69K delle sue barriere fotoelettriche di sicurezza deTec e deTem di punta per fornire solide soluzioni in ambienti di processo igienici con rigorose procedure di lavaggio ad alta pressione e alta temperatura.

Protetto da custodie IP69K appositamente sviluppate, le barriere SICK deTec e deTem non saranno compromesse da regimi aggressivi come Clean- and Sterilize-in-Place (CIP e SIP). Inoltre, la pulizia è più veloce, più facile e meno costosa rispetto alla protezione meccanica di sicurezza come cancelli di accesso o recinzioni di sicurezza.

Le custodie per barriere fotoelettriche IP69K sono disponibili preassemblate con SICK deTec / deTem Core, tipo 4 e tipo barriere fotoelettriche 2. Realizzati in plastica e acciaio inossidabile ad alto impatto, il sistema completo di custodia e il cavo collegato sono certificati IP69k in conformità con ECOLAB e Diversey per la protezione contro la pulizia ad alta pressione / getto di vapore e possono funzionare a temperature da 55 oC fino a -30 oC.

Il dott. Martin Kidman, responsabile dei prodotti per la sicurezza delle macchine nel Regno Unito di SICK, spiega: "Poiché il sistema di chiusura è integrato con la barriera, l'intero sistema soddisfa il livello IP69K ed è certificato contro i processi di pulizia comuni secondo ECOLAB e Diversey. È un design robusto e facile da pulire, realizzato con plastiche e acciaio inossidabile adatti agli alimenti. Non ci sono spigoli o fessure che fungono da trappole di sporcizia o batteri e un sistema di ventilazione protetto da una membrana impermeabile e traspirante, previene l'appannamento, anche attraverso il range operativo da -30oC a + 55oC.

"In modo univoco, l'enclosure IP69K SICK è sostituibile dal cliente, quindi il danneggiamento accidentale del contenitore non è troppo costoso. Facilità e velocità di pulizia riducono costi e tempi di fermo rispetto alle protezioni meccaniche e avendo la custodia IP69K significa che le barriere fotoelettriche hanno una lunga durata in condizioni difficili. "

Con un diametro di soli 50mm, le barriere ottiche SICK IP69K sono facili da individuare in aree che richiedono protezione da punti pericolosi e accesso, anche in condizioni di produzione di processo ristrette. Con i dispositivi completamente preassemblati, il montaggio, l'installazione, la messa in servizio e l'allineamento sono tutti rapidi e semplici.

Le barriere a raggi multipli SICT deTem4 e deTem2 Core sono disponibili nei sistemi a travi 2, 3 o 4 con separazioni del fascio di 500 mm, 400mm e 300 mm rispettivamente. DeTem4 Core è un dispositivo Type 4 (IEC 61496) e offre protezione fino a PLe / SIL3 (EN ISO 13849 / EN 62061), mentre il Type 2, deTem2 Core, offre protezione fino a PLc / SIL1.

Le barriere ottiche SICK deTec4 e deTec2 Core sono disponibili in altezze di campo protettive con incrementi di 150 mm da 300mm a 1800mm con una scelta di dito (14mm - deTec4 solo) o di protezione (30mm) a mano. DeTec4 Core è un dispositivo Type 4 (IEC 61496) e offre protezione fino a PLe / SIL3 (EN ISO 13849 / EN 62061), mentre il Type 2, deTec2 Core, offre protezione fino a PLc / SIL1.

Le barriere fotoelettriche di sicurezza forniscono protezione contro l'intervento dell'operatore con gamme variabili fino a metri 15.5 (deTem4 Core) e la configurazione e la regolazione della portata sono automatiche e non richiedono ulteriori impostazioni. La diagnostica è ottenuta tramite una semplice indicazione LED e ulteriori funzioni possono essere implementate utilizzando dispositivi esterni come i relè di sicurezza, il sistema SICK Flexi Classic o il controllore di sicurezza modulare Flexi Soft di SICK.

SICK (UK) Ltd

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.