← Torna alla categoria News & Eventi

Royal Academy of Engineering per ospitare conferenza di un giorno su "Liquid Air Energia - Una nuova industria per il Regno Unito plc?

Uno studio di sei mesi sulle potenzialità di aria liquida come un nuovo e sostenibile vettore energetico, pubblicato dal Centre for Low Carbon Futures, sarà presentato in una conferenza di un giorno organizzata dalla Royal Academy of Engineering sul 9th maggio.

  • Aria liquida è una nuova tecnologia di storage di energia che molti esperti ritengono che potrebbe contribuire a soddisfare alcune delle nostre sfide energetiche più difficili, compresa la sicurezza energetica e dei trasporti a emissioni zero.
  • Il nuovo white paper, 'Liquid Air nel futuro mix energetico: una nuova industria per il Regno Unito PLC, 'Indaga se aria liquida potrebbe fornire una credibile alternativa ai sistemi di stoccaggio dell'energia esistenti e soluzioni di trasporto a basse emissioni a migliori fonti rinnovabili cablaggio e fornire la sicurezza energetica. Ritiene anche il potenziale valore economico per UK PLC.
  • Il documento si basa sui contributi di una vasta gamma di esperti di energia, tra cui società di consulenza di livello mondiale come Arup, Poyry e Ricardo, la società tedesca di gas industriali Messer, e accademici delle Università di Leeds, Birmingham, Strathclyde, Brighton e Imperial College.
  • I membri della stampa e il pubblico sono invitati a partecipare alla conferenza.

"È necessario un dibattito urgente sulle opportunità che l'aria liquida può offrire nel fornire un cambiamento graduale (in basso) nel costo di fornire uno stoccaggio di energia sicuro - soprattutto come alternativa alle tecnologie di batteria nei veicoli - e fornire una soluzione reale al sfide di affidarsi a risorse energetiche rinnovabili. Il Regno Unito ha una competenza di livello mondiale sia nell'ingegneria meccanica che nella criogenia. C'è un'opportunità economica unica per noi di sviluppare un'industria britannica, che richiede investimenti limitati in nuove competenze o impianti di produzione ".
Il professor Richard A Williams OBE, FREng, Pro Vice-Rettore, Università di Birmingham

Insieme a svelare il nuovo studio, la conferenza riguarderà anche le opportunità e le potenziali impatti di aria liquida per la rete e le infrastrutture, applicazioni industriali e di trasporto. Si affronterà anche la produzione e l'industria di opportunità, iniziative in corso, possibili azioni future e sfide. Ci sarà domanda e risposta, sessioni durante il giorno.

Data: 9th maggio 2013
Tempo: Registrazione dalle 8: 30 - 9am, conferenza compreso il pranzo da 9am - 5pm. Champagne reception (sponsorizzato da Ricardo) e in rete da 5pm.
luogo: La Royal Academy of Engineering, 3 Carlton House Terrace, London, SW1
Costo: £ 195 (borse di studio disponibili)

La Royal Academy of Engineering e l'Istituzione di ingegneri meccanici sono stati in prima linea nel dibattito sullo stoccaggio dell'energia sia nel Regno Unito che a livello internazionale. Il white paper è stato supportato da una serie di dibattiti industriali sulla tavola rotonda, i cui risultati verranno anche riportati alla conferenza.

Per iscriversi a questo evento si prega di visitare http://www.lowcarbonfutures.org/events/liquid-air-energy

Il team di consulenza della conferenza include:

  • Sedia - Prof RA Williams OBE FREng (Università di Birmingham)
  • Prof Nigel Brandon OBE FREng (Imperial College)
  • Dr Tim Fox FIMechE (Responsabile Energia e Ambiente, Istituzione di Ingegneri Meccanici)
  • Prof Neville Jackson FREng (Chief Technology & Innovation Officer, Ricardo)
  • Mr John Leggate CBE FREng (Quintal Partners / Raeng Clean consiglio consultivo Tech)
  • Prof John Miles FREng (Arup / Università di Cambridge)
  • Mr Jon Price (Chief Executive, Centro per Low Carbon Futures)

A proposito di Liquid Air

Il Regno Unito ha esperienza di livello mondiale sia in ingegneria meccanica e criogenia. Sfruttando l'aria liquida come vettore di energia tradizionale per l'uso sulla griglia o in un veicolo presenta grandi opportunità in termini di sviluppo delle competenze, la produzione e l'occupazione, e rappresenta potenzialmente un'importante opportunità economica per la Gran Bretagna.

Sebbene i liquidi criogenici siano ampiamente utilizzati nell'industria, la loro adozione come vettore di energia è solo agli inizi e l'aria liquida non fa ancora parte del dibattito sull'energia principale. Tuttavia, il potenziale sembra enorme: la tecnologia dell'aria liquida è in grado di recuperare calore di scarto di bassa qualità da fonti quali generazione termica, data center e processi industriali, nonché motori dei veicoli e convertirlo in energia. Un certo numero di organizzazioni britanniche sta sviluppando modi per sfruttare l'aria liquida - o l'azoto liquido, il suo componente principale e un prodotto industriale comune - come un magazzino di energia a emissioni zero e un combustibile per il trasporto.

Con accumulo di energia e zero, o riduttori, i powertrain di emissione per i trasporti identificati come industrie per decine di miliardi di sterline e decine di migliaia di posti di lavoro, ma attualmente dominati da America e Asia, sviluppano un'industria britannica che richiede investimenti limitati in nuove competenza o impianto di produzione è un'opportunità economica chiave per il Regno Unito.

A proposito del nuovo white paper

Il documento 'Liquid Air nel futuro mix energetico: una nuova industria per il Regno Unito PLC?' considera le domande fondamentali: vi è la necessità di una nuova vettore energetico; come si fa liquido lavoro tecnologia ad aria; come si esegue; è economica; come si confronta con le tecnologie esistenti; quanto velocemente potrebbe essere sviluppato un'infrastruttura aria liquida. La relazione valuta altresì i potenziali benefici economici di aria liquida per il Regno Unito, il suo impatto sulle emissioni clima e la sicurezza energetica, e ciò che è richiesto dal governo per aiutare riuscire.

Il white paper sia riassumere lo sviluppo di aria liquida finora, e rompere un nuovo terreno, analizzando la dimensione del mercato potenziale dei servizi aerei di liquidi in settori come il bilanciamento della rete e dei trasporti. Essa esaminerà anche l'opportunità di integrare la produzione di aria liquida e il consumo nei processi di combustibili fossili e industriali esistenti per conseguire importanti incrementi di efficienza sfruttando le attuali fonti di calore residuo e freddo. Si conclude discutendo le sinergie aggiuntive che potrebbero essere raggiunti attraverso 'economia azoto' una unita-up.

A proposito del Centro per Low Carbon Futures

Il Centro per Low Carbon Futures è un'organizzazione collaborativa che si concentra sulla sostenibilità per ottenere un vantaggio competitivo. Fondato dalle Università di Hull, Leeds, Sheffield e York in 2009 e con l'Università di Birmingham che entrano in 2012, l'organizzazione è guidata dal Chief Executive Jon Price. Esso riunisce multidisciplinare e ricerca empirica sia orientare l'azione politica e di dimostrare le innovazioni basse emissioni di carbonio. Temi di ricerca sono infrastrutture intelligenti, sistemi energetici e di crescita verde. Le attività sono focalizzate sulle esigenze delle imprese sia la dimostrazione di innovazione e lo sviluppo delle competenze associato.

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.