← Torna alla categoria Energy & Power Management

L'industria britannica beneficia degli investimenti sostenuti dal governo britannico nelle tecnologie innovative di efficienza energetica

Sette progetti innovativi di efficienza energetica sono stati selezionati per ricevere investimenti attraverso la prima fase del Dipartimento di Business, Energy e Industrial Strategy (BEIS) Acceleratore di efficienza energetica industriale (IEEA). Questi progetti mireranno a dimostrare l'applicazione di nuove tecnologie per ridurre il consumo energetico nell'industria britannica.

carbon trust logo 1400px

I progetti riceveranno una quota di £ 2.7million in finanziamenti governativi, facendo leva su oltre $ 3million in ulteriori investimenti del settore privato.

L'IEEA è un programma di $ 9.2million gestito dal Carbon Trust e supportato dalla consulenza di ingegneria Jacobs. La seconda fase del programma verrà lanciata su 1 February 2019 e avrà una durata di tre mesi.

L'IEEA mira ad aumentare il numero di tecnologie disponibili per l'industria britannica per contribuire a ridurre il consumo di energia e ridurre le emissioni di carbonio.

Questo intervento è progettato per rafforzare la competitività globale dell'industria del Regno Unito in settori quali produzione, trattamento dei rifiuti e data center.

Sono stati erogati finanziamenti governativi per superare i rischi tradizionalmente associati all'implementazione di nuove tecnologie quali l'interruzione delle linee di produzione, i vincoli di capitale, la mancanza di prove per un caso aziendale e la definizione delle priorità delle attività core business rispetto ai miglioramenti dell'efficienza energetica.

L'energia rappresenta un costo significativo per l'industria del Regno Unito, pari al 17 per cento del consumo finale di energia, [1] ed è responsabile di circa un quinto delle emissioni totali di carbonio del Regno Unito. [2]

Tecnologie di efficienza energetica

Nel corso del tempo, l'IEEA è progettata per sbloccare più di 300million di investimenti del settore privato in tecnologie di risparmio energetico, garantendo risparmi energetici a vita superiori a £ 1billion.

Dopo un ampio processo di coinvolgimento con sviluppatori di tecnologia e industria, in cui sono state proiettate oltre le idee della tecnologia 100, sono state annunciate sette applicazioni di successo.

I progetti sono stati selezionati sulla base del potenziale di risparmio energetico e della scalabilità, con particolare attenzione alle tecnologie che possono essere implementate in più settori industriali.

Il ministro per l'energia e la crescita pulita Claire Perry ha dichiarato:

"Vogliamo assicurarci che le aziende traggano vantaggio dalla crescita pulita sfruttando al massimo le risorse di cui dispongono. Ecco perché stiamo investendo in tecnologie innovative che possono aiutare l'industria britannica a utilizzare meno energia, ridurre i costi e tagliare le emissioni come parte della nostra moderna strategia industriale. "

Paul Huggins, Director Innovation presso il Carbon Trust ha commentato:

"Durante la prima fase di BEIS IEEA siamo rimasti davvero colpiti dall'elevato livello di risposta degli sviluppatori di tecnologia e delle aziende industriali che desiderano impegnarsi attivamente per accelerare l'efficienza energetica in una vasta gamma di settori.

L'innovazione tecnologica può svolgere un ruolo importante nell'aiutare l'industria del Regno Unito a ridurre il consumo energetico, il che non solo apporta un vantaggio competitivo, ma riduce anche le emissioni di carbonio. Attraverso l'IEEA abbiamo collaborato con associazioni di categoria, industria e fornitori di tecnologia per identificare e dimostrare le migliori opportunità innovative per la riduzione dell'energia e non vediamo l'ora di vedere le nuove soluzioni che saranno supportate nella seconda fase del programma."

Tecnologie di efficienza energetica


I progetti di fase uno sono:

  • Cementi multicomponente a basso tenore di carbonio per applicazioni in calcestruzzo nel Regno Unito guidato dalla Mineral Products Association (MPA) insieme ai partner industriali Hanson Cement, Forterra Building Products e Building Research Establishment (BRE).

    L'MPA ha identificato che i cementi multi-componente a basso tenore di carbonio hanno il potenziale per sostituire i cementi tradizionali in alcune applicazioni di costruzione del Regno Unito. Utilizzando una combinazione di calcare, rifiuti e sottoprodotti, è possibile aumentare le quantità di questi materiali, riducendo la necessità di produzione di clinker di cemento ad alta intensità energetica. Il progetto sta formulando, sviluppando e testando i nuovi cementi pronti per il mercato del Regno Unito. Si stima che ci potrebbero essere potenziali risparmi di emissioni di carbonio dell'otto per cento in tutto il settore del cemento del Regno Unito, che attualmente emette circa 7.8MtCO2 ogni anno. Inoltre, alcuni di questi nuovi cementi hanno profili di emissioni di carbonio inferiori del 40 rispetto alle alternative convenzionali.

  • Sviluppo e sperimentazione di Exergyn DriveTM per il recupero del calore di scarto di bassa qualità guidato da Exergyn al fianco del loro partner industriale, un produttore di motori globale.

    A livello globale, sprechiamo quasi la metà della nostra energia come calore di bassa qualità. Il recupero economicamente conveniente del calore di scarto di bassa qualità è stato una sfida di lunga data in tutte le industrie ad alta intensità energetica. Questo progetto innovativo mira a generare elettricità da flussi di calore di scarti di basso grado fino a 100oC. Un nucleo in lega di memoria di forma (SMA) viene ciclato attraverso stati caldi e freddi per produrre movimento alternativo, che viene utilizzato per azionare un generatore elettrico. La tecnologia beneficia di zero emissioni e non richiede refrigeranti.

  • Stoccaggio dell'energia PRISMA (riduzione del picco mediante stoccaggio e gestione integrata dell'aria) guidato da Innovatium insieme al partner industriale Aggregate Industries e partner di ricerca dell'Università di Birmingham.

    Liquid Air Energy Storage (LAES) ha un notevole potenziale per lo stoccaggio di energia, che aiuta a incrementare il dispiegamento di fonti energetiche rinnovabili intermittenti. PRISMA è una nuova applicazione esclusiva per LAES in cui viene rilasciata aria liquida per fornire aria compressa a un sito industriale. Ciò consente l'utilizzo di compressori più piccoli per lavorare in modo più efficiente, operando nei momenti in cui la generazione di elettricità è a basse emissioni. Il progetto ha il potenziale per fornire risparmi di energia elettrica stimati di circa 30 per cento tramite il funzionamento ridotto del compressore, offrendo al tempo stesso la possibilità di evitare periodi tariffari più elevati.
Tecnologie di efficienza energetica
  • Sostituzione della pulizia dell'acqua calda con acqua fredda elettrolizzata guidato da Ozo Innovations.

    Questo progetto dimostra i notevoli risparmi energetici e di costi derivanti dalla sostituzione dell'acqua calda per l'acqua elettrolizzata a freddo in applicazioni igieniche, in particolare nell'industria alimentare e delle bevande. L'utilizzo di acqua fredda riduce in modo significativo la domanda di caldaie, oltre a consentire un significativo risparmio di tempo eliminando molteplici processi igienici, migliorando la produttività. La sostituzione della pulizia dell'acqua calda con la pulizia con acqua fredda elettrolitica potrebbe far risparmiare fino al 90% del consumo energetico e il 35% del consumo di acqua.

  • Sviluppo e dimostrazione di un sistema automatico di spurgo della caldaia a vapore guidato da Spirax Sarco UK.

    Le caldaie a vapore sono ampiamente utilizzate in una varietà di industrie di processo, con un controllo accurato dei solidi totali disciolti (TDS) necessari per evitare vapore di scarsa qualità, ridimensionamento e eccessiva fuoriuscita di acqua della caldaia. Allo stato attuale, è obbligatorio per legge che i livelli di TDS siano monitorati all'interno delle caldaie a vapore, tuttavia i sensori TDS disponibili in commercio sono pieni di problemi di inaffidabilità e richiedono una ricalibrazione frequente. Spirax Sarco, con l'Università di Nottingham, ha sviluppato un nuovo tipo affidabile di sonda di misura TDS per caldaie e controlli, sperando di migliorare significativamente l'efficienza della caldaia. I potenziali risparmi energetici sono stati stimati al 6% del consumo di carburante della caldaia nel sito di dimostrazione.

Tecnologie di efficienza energetica
  • Trattamento del percolato con efficienza energetica guidato da LAT Water insieme al partner industriale Viridor Waste Management.

    Questo progetto dimostrerà un processo LAT (Low Temperature Ambient Pressure Technology) nel trattamento di un flusso di percolato di alto contenuto di ammoniaca in una discarica. Il processo LAT utilizza il calore recuperato dai gas di scarico caldi dai generatori di biogas sul posto per guidare il processo di trattamento del percolato. Il progetto prevede di dimostrare un risparmio di energia termica superiore al 25 per cento rispetto alle tecnologie esistenti; insieme all'utilizzo del calore residuo potrebbe esserci una riduzione del 70 per cento del consumo specifico di energia in loco. Il progetto prevede anche una riduzione delle emissioni di carbonio associate ai trasporti, dove i percolati vengono attualmente trasportati fuori dal sito per il trattamento.

  • Nuove soluzioni di innaffiatura all'interno della fabbricazione del cartone ondulato (CCM) guidato da Innventia insieme al partner industriale, DS Smith.

    Questo progetto mira a dimostrare un approccio "disidratante" migliorato alla produzione di CCM nell'industria della carta e della cellulosa. I contaminanti nell'acqua di processo verranno identificati e rimossi, portando a un miglioramento delle velocità di essiccazione in seguito alla rimozione del CCM dalle macchine per la carta. Ciò consentirà un risparmio energetico di circa il dieci percento rispetto ai processi di essiccazione esistenti, con un potenziale risparmio di combustibile in loco di 80million kWh all'anno e un forte potenziale di scalabilità nel settore più ampio.

Tecnologie di efficienza energetica

[1] Consumo energetico nel Regno Unito Luglio 2018, BEIS.
[2] Incontrare i bilanci del carbonio: chiudere il divario politico Relazione 2017 alla commissione parlamentare sul cambiamento climatico

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.