← Torna alla categoria Sistemi di visione e ispezione

Quantificazione di perdite e rotture di metano dalle operazioni di petrolio e gas

Telecamere OG

FLIR Systems riporta come le sue telecamere OGI (GG-Series Gas Gaging) possono essere utilizzate dall'industria petrolifera e del gas per misurare quantitativamente le emissioni di metano e creare un punto di riferimento per i futuri calcoli di riduzione del metano.

Tradizionalmente il gas è stato bruciato quando arriva come parte indesiderata di un flusso di produzione petrolifera. Laddove le normative lo consentono, il gas flaring è stato a lungo considerato il modo più semplice per gestire questo problema.

Tuttavia, il gas flaring è dannoso per ragioni ambientali derivanti dalle emissioni di anidride carbonica e metano incombusto e anche i rischi per la salute derivanti da liquidi idrocarburici e particolato che entrano nell'atmosfera.

Di conseguenza, molte compagnie petrolifere stanno compiendo sforzi per ottenere una migliore gestione sia delle razzi che delle emissioni, per cercare di dimostrare che il gas è un combustibile più pulito del carbone.

Nell'ultimo decennio, le fotocamere OGI sono state ampiamente utilizzate nell'industria petrolifera e del gas per aiutare a trovare le perdite. Tradizionalmente il loro uso veniva solitamente seguito con altri metodi, come sniffer e dispositivi a ultrasuoni, per valutare le dimensioni della perdita.

FLIR Systems, in collaborazione con Providence Photonics, ha sviluppato la nuova tecnologia Quantitative Optical Gas Imaging (qOGI), progettata per funzionare esclusivamente con le telecamere OGI serie FLIR GF. L'OGI quantitativo rappresenta un passo in avanti fondamentale nel mondo dell'imaging con gas ottico perché elimina la necessità di dispositivi di campionamento secondari per quantificare le emissioni di gas.

Questa nuova tecnologia di quantificazione misura la dimensione 2D di un pennacchio emesso e fa un calcolo per stimare il volume del pennacchio nello spazio. Quindi utilizza altri dati e algoritmi di modellazione per stimare quanto velocemente il pennacchio si disperde nell'atmosfera (e per deduzione della velocità con cui il gas entra nel pennacchio).

Utilizzando QL320 ™ di Providence Photonics in combinazione con una termocamera FLIR GFx320 o FLIR GF320 OGI, i produttori di petrolio e gas possono ora misurare i tassi di perdita massica o le perdite volumetriche per la maggior parte degli idrocarburi incluso il metano.

Le perdite di metano dal flaring del gas nella produzione di petrolio possono essere visualizzate utilizzando la nuova tecnologia FLIR qOGI a distanze fino ai piedi 100 (misuratori 33) a patto di avere una linea visiva.

Secondo un recente studio di CONCAWE (l'Organizzazione europea delle compagnie petrolifere per l'ambiente, la salute e la sicurezza), la tecnologia qOGI ha un tasso di errore del 6 per cento in media, mentre uno sniffer tradizionale ha un tasso di errore del 31 per cento. Questo test è stato condotto presso il National Physical Laboratory (UK).

Per ulteriori informazioni sull'uso di qOGI per quantificare perdite di metano e razzi dalle operazioni di petrolio e gas, visitare www.flir.co.uk/products/ql320 o contattare FLIR Systems on + 32-3665-5100 / [Email protected].

FLIR Systems commerciali

Noi progettazione, produzione e mercato Thermal Imaging Telecamere a infrarossi

Firma: iscrizione Gold

Notizie correlate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.