← Torna alla categoria Pompe

AxFlow offre alle pompe 70 di Drysdale una nuova vita

Pompe Drysdale che lasciano pronto lo stabilimento AxFlow per la reinstallazione di Bentley Ings

Ristrutturazione e retrofitting delle pompe Drysdale 24 pollici verticali a flusso assiale

Poche persone avranno dimenticato le massicce inondazioni nella zona di Doncaster su 25th June 2007 quando circa 80mm di pioggia cadde in un periodo di 16 ore. Tra le numerose vittime domestiche e commerciali vi fu la stazione di pompaggio di Bentley Ings che subì un'interruzione di corrente. Il quadro è finito immerso nell'acqua, quindi le pompe, che avevano fornito molti anni di servizio affidabile, hanno smesso di funzionare.

In risposta a questo evento, i proprietari della stazione di pompaggio British Coal, attraverso l'Agenzia per l'ambiente, hanno istigato un programma illuminato di lavori per ripristinare la stazione di pompaggio alla piena capacità operativa e una maggiore efficienza. Il quadro è stato ora riposizionato a un livello superiore e le pompe sono sottoposte a un importante programma di ristrutturazione che comporterà molti anni di funzionamento affidabile.

Il rinnovo e l'ammodernamento delle tre pompe Drysdale 24-inch verticali per il drenaggio del flusso assiale e di una pompa per il tempo secco inabilitata dalle acque di piena sono state assegnate ad AxFlow Limited dal contractor AMCO dell'Agenzia per l'ambiente.

"Il primo compito era rimuovere le pompe dal sito e trasportarle nel nostro sito di Huddersfield", segnala Mark Redgrove ad AxFlow. "Una volta riavviate le pompe nei nostri laboratori di Huddersfield, siamo riusciti a valutare le loro condizioni e raccomandare ad AMCO quale lavoro doveva essere svolto. A causa del loro continuo funzionamento e delle prestazioni sotto l'occhio sempre vigile di EA, non era stato necessario mettere fuori uso le pompe per drenaggio dell'acqua di Drysdale per oltre 20 anni. Un'ispezione approfondita ha rivelato che le pompe erano quasi vecchie di 70 ed è stato solo grazie alla loro qualità di costruzione originale e alla gestione da parte dell'EA che avevano continuato a funzionare. Tuttavia, era inevitabile che dopo tutto questo tempo ci fossero prove di usura dei componenti. "

In una situazione come questa, la linea di condotta spesso seguita è quella di rivolgersi al produttore dell'attrezzatura per eseguire interventi di riparazione o acquistare pompe completamente nuove. Sfortunatamente, la prima via non era un'opzione in quanto il produttore aveva da tempo cessato di esistere. La seconda linea d'azione doveva essere presa in considerazione, ma su consiglio degli ingegneri di AxFlow, l'AMCO e l'EA hanno ritenuto che questo non avrebbe prodotto il miglior rapporto qualità-prezzo nel lungo periodo.

Data l'età delle prime due pompe da ispezionare, AxFlow potrebbe vedere che il compito di dare una nuova vita alle pompe e migliorare la loro efficienza sarebbe una sfida. AxFlow ha anche scoperto che il tempo secco o la pompa "estiva" avevano un diametro di aspirazione inferiore a quello della scarica, un fattore spesso associato a problemi di cavitazione, ma facilmente rimediabile mediante strozzatura dell'aspirazione.
La prima delle pompe Drysdale è dotata di un nuovo anello di usura
"Sebbene entrambe le pompe Drysdale mostrassero l'usura delle prestazioni, è stata la pompa No.3 a darci maggiori preoccupazioni", afferma Mark Redgrove. "Il motore era in buone condizioni, anche se fortemente contaminato internamente con grasso, e diversi componenti importanti richiedevano riparazioni o sostituzioni. I rilievi del diario di Michell erano segnati male e richiedevano ri-metallizzazione e finitura. Inoltre c'era una grande quantità di metallo bianco allentato nella sede dei cuscinetti. I cuscinetti dell'albero linea erano molto usurati e l'usura dei relativi cuscinetti dell'albero significava che questi dovevano essere ricostruiti al diametro originale. "

Guardando i componenti della pompa, è stato trovato che il cappuccio della boccola della girante ha tranciato i perni e si è allentato all'interno della pompa. Di conseguenza, il cuscinetto e il cappello erano molto consumati. "Dato che il cappello del cuscinetto e il cuscinetto erano entrambi usurati e non più concentrici rispetto al cuscinetto superiore, abbiamo proposto di perforare la cassa per allineare la canna prima di montare una boccola del cuscinetto sovradimensionata", afferma Mark Redgrove. "A causa del fatto che il cuscinetto si è allentato, la girante / albero era stata lasciata fuoriuscire molto più del dovuto, causando l'usura tra la girante e l'anello di usura. Per ovviare a questo, raccomandiamo la sostituzione dell'anello di usura. Inoltre, a causa dell'usura eccessiva sulla girante, il nostro consiglio è stato quello di brasare i puntali di ricambio su ogni paletta e poi ridurli al diametro originale. Infine, avremmo sparato ai componenti dell'involucro, verniciato l'interno con bitume e, come con la pompa No.2, avremmo sostituito l'imballaggio della ghiandola. "

La pompa No.2 richiedeva molta della stessa attenzione e lavoro, ma era lo spazio tra la girante e l'anello di usura a causare preoccupazione. Quando misurato, il gioco misurato 7.8mm sul diametro, mentre lo spazio raccomandato per questa dimensione della pompa è in genere intorno al diametro di 0.9mm. Per rettificare questo, AxFlow ha sostituito l'anello di usura, questa azione ha restituito il gioco al diametro originale. Gli ingegneri di AxFlow hanno anche scoperto che il cuscinetto all'estremità della pompa mancava di un manicotto, lasciando un gioco di 3mm tra il cuscinetto e il perno dell'albero. Questo problema è stato risolto ricostruendo il perno dell'albero e ri-metallizzando il cuscinetto.

Il lavoro intrapreso da AxFlow ha affrontato le problematiche di ingegneria che avrebbero portato le pompe di drenaggio di Bentley Ings in servizio e garantivano una vita utile lunga e affidabile. Sebbene le pompe avessero un'età considerevole e non fossero più in produzione, AxFlow ha dimostrato di possedere le risorse di ingegneria meccanica e le conoscenze sulle pompe per riparare le pompe e per garantire che una volta riparate e installate garantissero un funzionamento migliore e più efficiente.

Accettando i risultati dell'esame AxFlow delle pompe e quale lavoro avrebbe dovuto essere intrapreso non solo per rimetterli in servizio, ma anche per ottimizzare le prestazioni, l'EA ha assicurato un futuro sano ed economico per la stazione di pompaggio per il prossimo 20 - 30 anni.

AxFlow Ltd

Conoscenza, soluzioni e servizi per la gestione dei fluidi affidabile nel vostro settore.

Firma: iscrizione Gold

Notizie correlate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.