← Torna alla categoria Acquisizione dati, Networking, Comms e IIoT

Adottare i sistemi di storage cloud legati a piattaforme di rilevazione dati per massimizzare la capacità analitica

Il settore manifatturiero è sull'orlo di quella che viene descritta come la quarta rivoluzione industriale o "Industria 4.0", un termine usato per descrivere la crescente connettività digitale di clienti, prodotti, processi e fabbriche attraverso l'uso di tecnologie emergenti.

In particolare, è la capacità della tecnologia di mantenere una connessione in tempo reale con la base di clienti. A lungo termine, il vantaggio dell'adozione dovrebbe sostenere un vantaggio competitivo per le aziende manifatturiere. Alcuni paesi stanno già investendo in modo significativo nell'Industrial 4.0, quindi esiste una reale opportunità per il Regno Unito di intensificare e guardare a ciò che deve fare per rimanere competitivo.

Attualmente nel Regno Unito, molte aziende non sono in grado di acquisire tutti i dati che possono potenzialmente generare o sfruttare appieno i dati che possono raccogliere. Le aziende stanno ancora lottando per navigare nel nuovo panorama digitale e costruire l'infrastruttura per gestire scenari di Big Data (la capacità di gestire e analizzare grandi set di dati).

Le aziende dovrebbero prendere in considerazione l'introduzione di sistemi di cloud storage collegati a piattaforme di discovery dei dati per massimizzare la loro capacità analitica. In questo modo, le aziende saranno in grado di ottimizzare i processi e trarre vantaggio dalle numerose soluzioni ai problemi che Industry 4.0 porta.

I produttori che hanno implementato con successo Lean e Six Sigma avranno il giusto fondamento e cultura per adottare I.4. Lean e Six Sigma si riferiscono a una metodologia che si basa su uno sforzo collaborativo del team per migliorare le prestazioni rimuovendo sistematicamente i rifiuti; combinando lean manufacturing / lean enterprise e Six Sigma per eliminare gli otto tipi di rifiuti: difetti, sovrapproduzione, attesa, talento non utilizzato, trasporto, inventario, movimento, extra-elaborazione. Viceversa, la connettività in tempo reale di Industry 4.0 migliorerà la capacità di raggiungere un'impresa estesa e snella - che include l'intera catena del valore dal cliente attraverso la totalità dell'organizzazione e attraverso la base di fornitori.

La ragione del relativamente lento assorbimento di Industry 4.0 è in parte dovuta alla mancanza di comprensione tra alcune aree dell'industria e del mondo accademico. Molte aziende manifatturiere stanno ancora combattendo con concetti come la produzione snella e non hanno alcuna percezione del potenziale di Industry 4.0. La transizione delle competenze richiesta a tutti i livelli, in particolare all'interno dei senior decision-making, sarà impegnativa.

Un altro ostacolo che le aziende potrebbero dover affrontare sta ottenendo una buona comunicazione tra i team IT e i team di progettazione e operativi. È importante che lo staff IT che si occupa dei dati dia l'opportunità ad altri team di analizzarlo. Sebbene si possa sostenere che la più grande sfida di Industry 4.0 sarà convincere le persone a cambiare il modo in cui hanno sempre funzionato. Tutti questi fattori influenzeranno il successo futuro e quanto i produttori possano competere nel nostro mercato di produzione sempre più globale.

Date tali sfide, è importante per le aziende iniziare a considerare i loro prossimi passi. Una priorità sarà investire nelle persone e le competenze necessarie per analizzare e interpretare i dati. Una disciplina emergente è quella dei "Data Scientist", professionisti che hanno una gestione informatica, statistica, ricerca operativa, ingegneria, approfondimenti aziendali e strategia.

AECOM sta già impiegando giovani ingegneri e li sta formando nelle competenze di cui avranno bisogno. Stiamo anche lavorando con le scuole per aiutarli a prendere in considerazione la formazione professionale che dovrebbero fornire, come la scoperta dei dati e le TIC.

Le aziende dovrebbero anche prendere in considerazione la creazione di una roadmap digitale, per aiutare a definire i loro dati futuri e i requisiti tecnologici. Ciò comporta l'esecuzione di un audit dettagliato per comprendere i dati e la tecnologia già utilizzati e considerare quale tipo di sistemi saranno necessari in futuro per soddisfare le esigenze di clienti, prodotti, produzione, acquisizione dei dati e formazione dei dipendenti. Le aziende dovrebbero ideare dettagliati scenari "what if" intorno alla loro tabella di marcia dei dati e della tecnologia per prendere in considerazione e decidere le migliori opzioni di Industry 4.0 per loro, compresi i costi coinvolti, nonché gli input e gli output previsti. È importante considerare cosa aggiungerà più valore, ottenere i maggiori livelli di efficienza e aiutare l'azienda a rimanere competitiva nel lungo termine.

I primi utilizzatori del settore 4.0 saranno i primi a raccogliere i frutti di un futuro più digitale e connesso che porta a previsioni migliori ea una produzione più efficiente. Come per qualsiasi opportunità emergente, non esiste un percorso stabilito da seguire, ma pianificare in anticipo è il miglior punto di partenza.

Una strategia di assunzione a lungo termine e l'esame delle infrastrutture necessarie per supportare la tecnologia emergente sono certamente necessarie. Ma convincere i dipendenti che un modo completamente nuovo di lavorare porterà al successo futuro potrebbe richiedere del tempo.

Robert Davies, Senior Engineer, AECOM

Process Industry Informer

Notizie correlate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.